Archivi tag: Tassistro

mondo precario, istantanee di futuro

20 settembre, in via XX al numero 20, apriamo la porta del mondo del lavoro

Il percorso del viaggio di Mondo Precario è cominciato a Luglio con la raccolta delle impressioni di vita dei precari e le opinioni della politica e dei sindacati sulla condizione di vita Precaria raccontate nel DVD di Mondo Precario , istruzioni per l’usoLa seconda tappa, questa volta in piazza è stata quella di andare “al mercato del lavoro” il 20 settembre  portando per la strada le proposte del PD in tema di mondo precario e offrirle ai passanti. Adesso la terza tappa del viaggio del Lab 8 e il lavoro nel mondo precario vuole occuparsi del futuro che vorremmo provando a costruire delle “istantanee di futuro” sul mondo precario oggi e su quello che le persone vorrebbero che fosse attraverso le idee di esperti e semplici cittadini. Abbiamo così deciso, in collaborazione con Rita Castellani di provare a fare un “carotaggio” del mondo precario con un piccolo questionario che trovate qui e che vi invitiamo a compilare e con una serie di domande concentrate sul precariato in generale e su 3 spicchi del mondo precario, gli espulsi dal mercato del lavoro, le donne e le partite IVA.  I risultati saranno condensati in piccole cartoline per il futuro che saranno presentate a Cortona a Firenze il 5,6,7 novembre alla Leopolda per prossima fermata, Italia e messo a disposizione di chi vuol usare il DVD di Mondo precario in ogni luogo di discussione e confronto del PD come strumento per raccontare  e ragionare di proposte concrete per uscire dalla trappola della precarietà. Chi volesse partecipare alla realizzazione di questo terzo capitolo o condividere con la sua esperienza ci scriva o ci mandi la sua istantanea della precarietà.

ecco  le domande che stiamo rivolgendo agli esperti:

PARTITE IVA

1) dentro la categoria c’è un po’ di tutto. Come si fa a sostenerle (sia quando sono veri lavoratori autonomi, sia quando sono dei dipendenti di fatto) senza regalare benefici anche agli evasori fiscali?

2)  quali controlli sono previsti per accertare che il lavoratore con P.A. non sia di fatto un dipendente? dove e come si può migliorare ? le eventuali sanzioni sono efficaci ?

DONNE

1) Come si affrontano i costi della maternità per evitare che pesino troppo sui giovani, sulle giovani donne ma anche sulle imprese?

2) lavoro femminile: a volte anche facilitazioni come la flessibilità d’orario su base settimanale e mensile o il telelavoro potrebbero permettere alle donne di tornare al lavoro più velocemente o con meno problemi dopo una maternità. Qual è lo strumento regolamentare più adeguato e incisivo per incentivare forme di intervento di questo tipo? Leggi ? Contratti ? altro ?

4) come si fa a farsi che le PMI siano incentivate ad assumere a tempo indeterminato piuttosto che con contratti atipici?

5) I contributi versati dai precari non sono sufficienti a creare una pensione dignitosa, come risolvere il problema?

GLI ESPULSI

1) I lavoratori poco qualificati o quelli che hanno superato i quarant’anni, incontrano particolari difficoltà a rientrare nel mondo del lavoro se la loro posizione precaria si trasforma in disoccupazione. Di cosa c’è bisogno? La formazione serve a qualcosa oppure bisogna cercare altre strade? E se serve, come deve essere fatta?

2) espulsi dal lavoro: come e dove trovare nuove risorse per sostenere il reddito degli espulsi dal lavoro o dei precari e per favorirne fiscalmente la nuova assunzione o la stabilizzazione ? il riordino degli strumenti esistenti è sufficiente ?

al mercato del lavoro continuano le offerte

al mercato del lavoro - 20 settembre 2010

il 20 settembre è passato ma nel mercato del lavoro come LAB8 ci rimaniamo, l’evento è stato positivo per tutti e speriamo che altri vogliamo imitarci per portare nelle piazze le idee del PD e aiutarci a cambiarle, migliorarle, renderle più coraggiose o semplicemente più adatte alla realtà dell’Italia 2010, viviamo in un paese che sta attraversando una crisi epocale dentro un’altra crisi epocale e un’epoca in cui non possiamo dare per scontato che il nostro tenore di vita sarà anche solo lontanamente paragonabile a quello di oggi tra 10, 15 anni è veramente tempo di aprire le porte, non solo quelle del PD ma quelle di una generazione chiusa per troppi anni nella cantina della Repubblica a fare il lavoro sporco. Abbiamo provato a scherzare seriamente con il tema del precariato perché l’ironia è spesso la migliore arma contro ingiustizie e potenti, la strada continua e abbiamo tante porte da aprire e scardinare. Nel frattempo qui trovate tutti i materiali e gli articoli della giornata di oggi

Luca Romeo

Mondo Precario – la pagina

come promesso ecco disponibile la pagina riguardante mondo precario istruzioni per l’uso, il DVD di mondo precario presentato al campeggio di andiamo OLTRE ad Albinea , contenente interviste, documentario e approfondimenti tecnici è a disposizione di chiunque lo richiedesse per visionare i contenuti invece basta andare alla pagina del blog del LAB corrispondente che potete trovare qui

venerdì 9 luglio ore 18.00 piazza de Marini 1/8

mondo precario - istruzioni per l'uso si è svolto il 9 luglio a Genova

mondo precario, istruzioni per l’uso video + impressioni

scrivo questo post a poche ore dall’evento di mondo precario, istruzioni per l’uso. Nei prossimi giorni prepareremo con il LAB una relazione più dettagliata dei lavori svolti e pubblicheremo i link al video dell’evento che ha visto molte storie e molte esperienze in cui

mondo precario istruzioni per l'uso con Pippo Civati, Lorenzo Basso e Michela Tassistro

si mettono insieme tante cose e tanti ambiti, legali e non legali ma che ha il filo conduttore in una società che sta distruggendo il suo tessuto sociale profondo con l’economia del precariato. Molte le proposte e i progetti in corso da parte del PD e di altre forze del centrosistra a livello regionale e europeo. Uno degli obiettivi potrebbero essere quello di proseguire con questa verifica tra le proposte e i soggetti interessati dalle proposte stesse. Ieri abbiamo iniziato a farlo e mettiamo a disposizione questo format a chi lo vorrà replicare in altre sedi e con altri temi. Per adesso vi lasciamo ai due video diretti e montati da Pietro Barabino e proiettati all’interno dell’evento di Venerdì.

storie e numeri sull’immigrazione

L’immigrazione è uno dei temi di cui si parla tanto quanto poco si conosce oltre all’esperienza quotidiana, ecco perchè  oggi ci piace segnalare un evento : Immigrazione: flussi e storie proposte sostenibili al parlamento europeo, qui l’evento Facebook per maggiori notizie e per dare la vostra partecipazione, un incontro utile per provare a capire l’immigrazione e a sentirla raccontata da chi la vive e da chi la studia organizzata da Sergio Cofferati come eurodeputato del gruppo S&D che si svolgerà a piazza de Marini lunedì 21 dicembre dalle 17.30 alle 19.30.  L’evento ha un contributo labottino indiretto visto che tra i vari relatori parlerà Silvia Pedemonte, come rappresentante BIC ed è organizzata da Kallipolis l’associazione che vede tra i fondatori Matteo Corsi. Speriamo che questa iniziativa ci aiuterà a lavorare sul tema dell’immigrazione che insieme ai GAS, alla legalità e ai diritti rappresenta il banco di prova del LAB per il prossimi mesi.

il manifesto dell'iniziativa sull'immigrazione del 21.12.09 in piazza de Marini alle 17.30

un si al no B Day (in salsa genovese)

il 5 dicembre a Roma e in tutta Italia ci sarà il NO B Day, manifestazione nata sulla rete da un gruppo spontaneo e non organizzato, come tutti all’interno del LAB ci siamo chiesti cosa fare, personalmente credo che si, l’alternativa si costruisce giorno per giorno ma non è che faccia male andare in piazza contro Berlusconia e tutte le sue diramazioni. A questo proposito pubblichiamo adesione della labottina Michela Tassistro che spiega bene credo il sentimento comune di molti labottini.

Ci vediamo Sabato!

Luca Romeo

PS

potete trovare la nota di Michela anche su FB qui

Sabato a Genova, dalle ore 16 alle ore 19 in Largo Eros Lanfranco  Davanti alla Prefettura ci sarà un presidio di Genova spontaneo a cui interverranno Don Paolo Farinella: “Cittadini sovrani, né di più né di meno” Marco Preve: “Berlusconi e un giornalismo escort” Nando Dalla Chiesa: “il bello della decenza” personalmente ho dato mia adesione e i motivi sono tanti e purtroppo ben più di dieci…Credo nelle manifestazioni pacifiche di piazza: sono espressione diretta e spontanea “delle persone” anche e soprattutto degli “sconosciuti”.
Non è un caso, infatti, che io abbia aderito già alle due precedenti manifestazioni simili: la prima
delle quali, voglio ricordarlo, quella lanciata con il nome “MILLE PIAZZE” su internet da Pippo Civati, consigliere regionale lombardo del Pd, e raccolta con entusiasmo dall’associazione Laboratorio8.
Era il 18 novembre alle ore 18: abbiamo scelto questa data perchè era troppo bruciante e calda la delusione provata per una decisione del parlamento: vendere all’asta i beni confiscati dalla mafia se non ricollocati entro 3 mesi dalla confisca… con conseguente riappropriamento da pare degli stessi mafiosi.

Quella era stata la goccia, quella che ci aveva spinto in piazza… ma la misura è colmata dallo stillicidio di atti quotidiani
posti in essere per delegittimare la ns carta costituzionale!
Per non parlare del ddl “TAGLIA PROCESSI” destinato a causare danni irreparabili alla ns percezione del
SENSO DI GIUSTIZIA che motiva ogni giorno sempre più persone ad aderire all’appello di Roberto Saviano.
La forza dell’esempio: ecco cosa ci spinge a seguire Saviano, percepito ogni giorno di più come baluardo a difesa della legalità, ecco cosa spinge le persone ad andare in piazza.

Michela Tassistro